PIPPI CALZELUNGHE

Giovedì 13 Settembre 2018 07:57
DETTAGLI

Ho riletto Pippi dopo quarant'anni dalla prima lettura. e sono stata accompagnata dal piacere della riscoperta e dai ricordi della mia infanzia. Mi sono rivista libera di sperimentare, di agire come Pippi, mentre oggi, non ci sono più spazi ove i bimbi possono giocare, sperimentare, cercare, esplorare senza la costante supervisione degli adulti. La maggior parte non beneficia di un diretto rapporto con la natura, non sta all'aria aperta in tutte le stagioni godendo dei doni della terra. Il tempo in cui li costringiamo a vivere è un tempo adulto, programmato e scandito da mille attività ... non è un "tempo bambino" ove tutto scorre e accade seguendo ritmi lenti, i ritmi della scoperta e della conoscenza. I giochi che i nostri piccoli hanno a disposizione sono artificiosi e pronti all'uso, tanto da azzerare curiosità, progettazione, invenzione. Lettura che consiglio prima di tutto ai genitori e agli educatori per scoprire che "altre infanzie" sono possibili e necessarie per crescere.

Libri e Giochi logo
Ciao, scrivici se hai bisogno di aiuto
Non perdere questa chat! Registrati!
Per restare in contatto con Libri e Giochi inserisci la tua mail.
Al momento non sono online... Inserisci un indirizzo email e ti ricontatterò!
Registrati o accedi
Proseguendo si da il consenso ai termini di servizio e all’informativa sulla privacy .
Hai dimenticato la password?
I miei indirizzi
Aggiungi
Le mie carte di credito
Aggiungi